ROCKS GARDENS DESIGN

PAGINE UTILI

L'ACQUA

L'ARREDO

DICONO  DI NOI

SEGUICI SUI SOCIAL

Rocks Gardens Design è un punto di riferimento per progettazione e costruzione professionale di giardini, parchi e piscine scenografiche. Giardini rocciosi, vialetti in pietra, scale in pietra naturale, viali carrai in pietra, arredo giardino, piscine effetto spiaggia e altre soluzioni verdi caratterizzano lo stile e il design di Rocks Gardens Design.

CONTATTI

Via Galvani 10, 21020

Mornago (VA)  

+(39)  389-4823177    

  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco LinkedIn Icon
  • Bianco Instagram Icona
  • Bianco Houzz Icona

I NOSTRI PARTENER

logo essenze di luce nero.png

Sito web esclusivo di : www.rocksgardensdesign.com

Rocks Gardens Design © 2017 2018 All Rights Reserved   |   Privacy Policy - Cookie Policy

Alberi per piccoli giardini, quali scegliere?

January 5, 2017

Criteri per la scelta degli alberi 

Gli alberi sono organismi in continua evoluzione temporale e spaziale, raggiungono le dimensioni definitive generalmente dopo 15-20 anni dalla messa a dimora, quando giungono al pieno sviluppo. Presentano differenze sostanziali che permettono di distinguerli in base all'apparato fogliare, all'altezza che raggiungono a maturità ed al portamento, così da classificarli in diverse tipologie. 
Conoscere quali sono queste differenze, ci permette facilmente di effettuare una scelta in base allo spazio che abbiamo a disposizione in giardino.

 

La classificazione degli alberi

In funzione di apparato fogliare, dimensioni a maturità e forma della chioma degli alberi, abbiamo:

  1. Apparato fogliare - Le latifoglie, ossia quelle piante caratterizzate da foglia larga di forma variabile contrapposte alle aghifoglie comunemente note col nome di conifere, le cui foglie hanno forma di ago. Le latifoglie a loro volta possono essere decidue/caducifoglie che si spogliano delle foglie durante il freddo, dalla fine dell'autunno fino alla primavera o persistenti/sempreverdi che non perdono mai tutte le foglie contemporaneamente.
     

  2. Dimensioni a maturità - a seconda delle dimensioni gli alberi si differenziano in tre categorie di grandezza
    - alberi di 1° grandezza, altezza max > 20 metri (Tigli, Querce, Pioppi, Platani, Cedri, Frassini, Abeti etc. )
    - alberi di 2° grandezza, altezza max 10 - 20 metri (Aceri, Betulle, Catalpe, Cipressi, etc.)
    - alberi di 3° grandezza, altezza max 10 metri (Cercis, Ornielli, Kolereuterie, Prunus, etc)

  3. Forma della chioma
    - espansa (ampia e di grande volume);
    - globosa e compatta (rotondeggiante e di piccolo volume);
    - colonnare o fastigiata (stretta e più o meno alta tipo Pioppo cipressino);
    - piramidale o conico (generalmente grandi volumi, tipico delle conifere);
    - ombrelliforme (con chioma piatta e alta tipo Pinus pinea);
    - decombente (con chiome che ricadono verso terra tipo Salice piangente).

Bisogna tenere presente che all'interno della stessa specie di alberi piccoli si possono trovare sia varietà che geneticamente si accrescono più di altre (ne è un esempio il Tiglio selvatico ad accrescimento più lento rispetto al Tiglio nostrale) che varietà selezionate con portamenti diversi dallo standard della specie come il Tiglio argentato a chioma eretta, rispetto al Tiglio selvatico dalla canonica forma globosa.

Per quanto riguarda l'apparato radicale, ricordiamo che le radici sono da una volta e mezzo, fino a quattro volte più ampie della proiezione della chioma e si trovano, generalmente, nei primi 60 cm di terreno. Con l'aumentare della profondità del suolo, diminuisce la loro densità, principalmente a causa della diminuzione dei livelli di ossigeno e di umidità.

 

Le specie ideali da piantare nei piccoli giardini

Passando alla pratica, è fondamentale conoscere le caratteristiche "volumetriche" degli alberi, quali come già citato lo spazio vitale epigeo ed ipogeo di cui avranno bisogno a maturità e la loro velocità di crescita; tralasciando gli aspetti estetici e le dimensioni della pianta al momento dell'acquisto.

Ricordiamoci che pianta correttamente dimensionata, non solo è più bella da vedere, ma sarà più sana e richiederà minore e semplice manutenzione.

È quindi ovvio che, se il nostro spazio a disposizione è ridotto, come nel caso di piccoli giardini, la scelta deve ricadere necessariamente su piante di 3° grandezza, prediligendo le specie a foglia caduca, che in estate ci proteggono dai raggi del sole, mentre in inverno perdendo le foglie lasciano filtrare i raggi del sole che scalda le pareti della nostra casa.

Buona scelta per i vostri piccoli alberi!!

 

Please reload

Post in evidenza

L’ultima moda all'insegna del riciclo, piscine ricavate dai container navali..

February 22, 2019

1/10
Please reload

Post recenti

August 16, 2019

June 10, 2019

Please reload

Seguici
  • LinkedIn Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • Facebook Basic Square
  • Houzz Icona sociale
  • Google+ Basic Square
  • Twitter Basic Square