Qual è la struttura ideale per costruire una piscina?

Qual è la struttura ideale per costruire una piscina?

piscine container

I principali metodi per costruire una piscina

Normalmente, siamo abituati a vedere sempre la parte esterna, le finiture, gli accessori e il rivestimento di una piscina, ma, quando si parla del miglior modo per costruire una piscina, l’elemento basilare dal quale tutto dipende è la struttura.
Infatti, stiamo parlando della parte che più inciderà sui costi e anche quella che deve resistere più a lungo possibile al tempo. Per questo è estremamente importante valutare al meglio le sue caratteristiche.
I sistemi costruttivi delle piscine sono diversi, ognuno ha le sue peculiarità e le sue garanzie specifiche, occorre quindi tenere in considerazione non solo quelle rilasciate dal costruttore, ma anche quelle del prodotto stesso.
Ecco dunque una comoda guida sulle strutture maggiormente presenti sul mercato per potersi orientarsi tra tante scelte differenti.

Piscina container

Costruite in acciaio CORTEN, un particolare tipo di acciaio prodotto in origine per l’industria meccanica, strutturale e semovente, dove sono richieste importanti performance di durata nel tempo, questa categoria di piscine possono essere una scelta originale e funzionale. Infatti, i container sono in grado di resistere alle peggiori condizioni climatiche, come l’ambiente salino ultra-corrosivo dei trasporti marittimi.
La costruzione di una piscina con un simile materiale garantisce quindi una enorme durata della struttura, dai 50 ai 100 anni, con una manutenzione davvero minima.
Inoltre, il container è una struttura autoportante che non ha bisogno di opere in cemento e per questo può essere rimosso e trasportato in altre parti senza perdere l’investimento iniziale. In questo modo può essere collocato sia fuori terra che interrato o seminterrato per non incorrere in eccessivi costi burocratici dovuti alle pratiche comunali.

L’azienda Rocks Garden Design è una delle pochissime impresa che si occupa anche di queste realizzazioni. La sua esperienza nel settore rende possibile adattare la piscina container in maniera flessibili alle esigenze individuali, scegliendo profondità, colore esterno, rivestimento interno della piscina e molte altre opzioni. Non vanno infatti trascurati altri aspetti come la sistemazione nel giardino attorno la piscina o il trattamento dell’acqua. La garanzia della struttura container è facile da verificare, basta cercare informazione sulla costruzione  e sulla resistenza del materiali con cui sono costruiti, l’acciaio Corten.

Piscina in cemento armato

Quando invece si vuole costruire una piscina interrata tradizionale, di solito si pensa subito a una realizzazione totalmente in cemento armato, fondo e pareti eseguiti tutti in opera. Garantisce una ottima solidità, ma deve essere eseguita con grandissima cura, la sua perfezione dipende molto dall’esperienza di chi la esegue. La struttura in cemento armato permette di realizzare qualsiasi forma e riesce ad accogliere tutte le finiture. Il risvolto negativo è che tempi ed costi sono generalmente più alti rispetto agli altri sistemi, e non sempre si dimostra essere la struttura più solida. Molto dipende dalle garanzie offerte dal costruttore.

Piscina in pietra

Il cuore dell’intero progetto delle piscine Rocks Design è il suo particolare processo costruttivo, che prevede un rivestimento in granulato di pietra naturale plasmato a mano che si innesta su un sistema di reti strutturali. Questa solida struttura viene poi posata sopra uno strato impermeabilizzante molto elastico.
In questo modo si riesce ad ottenere una grande solidità strutturale e, al tempo stesso, un’impermeabilizzazione elastica senza rivali sul mercato.
In aggiunta a tutto ciò, le possibilità cromatiche e i spettacolari riflessi, che solo le pietre naturali possono offrire, rende possibile ricreare scenari esotici o paesaggi suggestivi direttamente nel nostro giardino.
Grazie a interventi rapidi e non invasivi, le piscine Rocks Design accorciano di molto i tempi di installazione, oltre ad avere la comodità di doversi rapportare con un solo interlocutore. Senza contare il minimo impatto ambientale dell’opera per una creazione artigianale capace di inserirsi nel contesto in maniera armonica.

Piscina con pannelli in metallo

Questa tipologia di piscina prefabbricata viene invece realizzata ponendo un getto sul fondo della piscina sul quale vengono montati dei pannelli in vari tipi di metallo. Semplice e veloce nel montaggio, questa metodologia consente di ottenere una struttura idonea ad accogliere immediatamente il rivestimento. I pannelli, semplici da trasportare e montare, vengono sostenuti da contrafforti in metallo pressopiegato che conferiscono alla struttura la capacità di resistere alla spinta idrostatica dell’acqua.
Il costo della realizzazione di una piscina del genere si può avvantaggiare dell’ottimo rapporto qualità prezzo del metallo, il quale però varia a seconda della tipologia impiegata. I migliori sotto questo punto di vista sono il lamiera zincata, la lega di alluminio e l’acciaio Inox (questi ultimi molto resistenti alla corrosione). Le garanzie sui pannelli vanno da 10 a 20 anni.

Piscina con casseri in polistirolo

Questa struttura viene anche definita con “casseri a perdere”. Viene realizzata con blocchi cavi di polistirene ad alta densità che, appoggiati sulla platea di fondo in cemento, formano la parete perimetrale della vasca. Veloce nella sua installazione, una volta posizionati i blocchi vengono armati con barre in acciaio e successivamente riempiti con cemento. In questa maniera, il risultato finale si avvicina molto a una piscina in cemento armato. Il polistirolo espanso per piscine (EPS), essendo isolante, concorre a mantenere più a lungo la temperatura dell’acqua. Le pareti interne vanno rasate o protette con un materassino soft per permettere la posa del rivestimento. Le garanzie del pannello (essendo un prodotto che nel tempo potrebbe avere un decadimento) vanno verificate con il fornitore.

E il prezzo?

Quando ci si interroga sul costo per fare una piscina bisogna sempre tenere presente che prezzi troppo bassi rispetto alla media dovrebbero farci scattare un campanello d’allarme o perlomeno alcuni dubbi. Infatti, una realizzazione di qualità necessita di buone materie prime, cura e il giusto tempo nella costruzione e nell’assistenza successiva. In definitiva, appare evidente che cercare di risparmiare qualcosa all’inizio per poi ritrovarsi con molti problemi, senza nessuna assistenza e con la necessità di nuovi costosi interventi dopo appena qualche anno non è certo conveniente.
Ci auguriamo che questa breve carrellata possa essere un buon aiuto per scegliere il sistema migliore per la vostra piscina.

paolo
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.